la galleria del cinema Zeni


Le domeniche pomeriggio della mia infanzia spesso mi portavano, come tutti i bambini di Bordighera, su per la scala della galleria del vecchio cinema Zeni, dove i personaggi del grande dipinto murale ci accoglievano nel mondo  della fantasia e del mito. La parete era lunga quanto la rampa della scala ed era impossibile vedere insieme tutti i personaggi, che ci accompagnavano come nella trama di un film. Giuseppe Balbo ha realizzato l’opera nel ’49,  rappresentando  il conflitto tra la fantasia e la realtà , i personaggi dei film che si ribellano all’elettricista. Come tutte le opere di Balbo anche questa nasce da un lavoro preparatorio minuzioso, in fondo il momento creativo più gratificante, dove il segno comanda. Il murale non c’è più, ma  i disegni preparatori hanno un valore artistico autonomo



la prima idea, matita circa 30×20 

matite colorate, circa 30×20, le figure cominciano a delinearsi,


… e a prendere corpo, carboncino, poco più grande, firmato in alto a destra

alcuni bozzetti dei personaggi: